La mia passione per gli animali, non è confinata al mondo ornitologico, questo mi ha dato lo spunto di inserire una nuova sezione,

NON SOLO ORNITOLOGIA,

spero sia di gradimento a quanti vorranno visitarlo.

                                                               Giuseppe                  

                                                                         

                         

 

Un nuovo laghetto costruito a lato di quello vecchio, tre video per poter vedere come è stato colonizzato dalle rane, una miriade di girini sono nati in questi giorni, uno spettacolo vedere come un piccolo specchio d'acqua viene a popolarsi di animali. Piante, fiori, alghe (di cui si nutrono i girini) e diverse specie di insetti formano una catena biologica creatasi da sola. (24 - 05 - 2017)

Testo e video di Casagrande giuseppe.

Un piccolo laghetto per contenere la diffusione delle zanzare

Fare un piccolo laghetto per contenere la diffusione delle zanzare, una maniera semplice che richiede poco tempo, ed allo stesso tempo un modo per arredare il giardino.

Per prima cosa mi sono procurato un contenitore impermeabile, in questo caso ho adoperato un mastello del diametro di poco più di un metro, con una profondità di 40 centimetri,

ma si possono anche utilizzare dei teli plastici appositi, in quel caso si ha la possibilità di modellare la forma del futuro laghetto a proprio piacimento. Ho proceduto ad interrarlo,

 tenendo presente di collocarlo in una posizione dove possa prendere un po’ di sole ed avere anche dell’ombra in modo da non surriscaldare eccessivamente l’acqua nel periodo estivo, altra cosa che va tenuta in considerazione è di non collocarlo sotto a degli alberi, la caduta delle foglie provocherebbe un intervento da parte nostra più frequente per la pulizia.

Si procederà al riempimento naturalmente con acqua, personalmente ho aspettato una decina di giorni prima di effettuare altri interventi per dar modo che sull’acqua si formi un ambiente più idoneo, inserire i pesci subito potrebbe provocare la loro morte, ho provveduto a mettere per prima cosa delle piante che ho collocato all’interno su dei semplici vasi per fiori, adoperare dei vasi di terracotta in quanto sono affondanti, nel caso si adoperassero vasi di plastica questi rimarrebbero a galla.

Ho messo come pianta la ninfea, e delle piante palustri. Queste creano un ambiente più idoneo per i pesci che andremo ad inserire, formeranno dei veri e propri rifugi e creeranno un habitat anche per quegli organismi che si inseriranno in questo ambiente.

Per ultimi mi sono procurato i pesci, ho adoperato la GAMBUSIA, un pesce originario dall’America, molto vorace per le larve delle zanzare, qui in un breve video il momento del rilascio.

Da subito l’ambiente creato provvederà ad ospitare anche degli altri esseri viventi,

Tra le prime le libellule,

mi auguro con questo di aver dato uno spunto a quanti vogliano cimentarsi in una semplice realizzazione.

 

Un aggiornamento, (12-05-2014) il piccolo laghetto si va pian piano popolando, sono comparse le rane, è sorprendente come un piccolo ambiente venga popolato dagli animali.

Sono arrivate già lo scorso anno alcune e sembra che quest’anno ce ne siano di più.

Testo e foto di Casagrande Giuseppe

Il sito della nostra Associazione Ornitologica

la Pordenonese

Il sito della FOI

Il sito del

Club Amici dell'Ondulato